LA BICICLETTA GRAZIELLA NEL RECUPERO POSTOPERATORIO DELLA PROTESI TOTALE DI ANCA

Oggi una sorpresa sul lavoro che ho proprio voglia di comunicare
E che potrebbe essere utile a molti.
Un nostro paziente con una brutta artrosi alle anche viene operato un mese fa nell’ ospedale di Castel San Giovanni dal direttore del reparto di ortopedia Dottor Giuseppe Leddi e la sua equipe.
Dopo l’intervento viene seguito dai colleghi Fisioterapisti dell’ospedale.
Viene dimesso dopo 5 giorni e inizia il giorno seguente la terapia di recupero presso il nostro Istituto di Fisioterapia val Tidone.
Segue con impegno il nostro metodo di lavoro; mobilizzazione passiva-attiva assistita, sempre intercalando gli esercizi con massoterapia decontratturante .
Mentre facevamo le ultime terapie, lui racconta che ha preparato la vecchia Graziella di sua moglie, pulita e messa in ordine.
Sai, mi racconta: quando sono andato in pensione ho seguito il mio sogno da ragazzo e sono sempre andato in bici. Ho comperato 4 biciclette da corsa e ci sono andato quasi ogni giorno. Ora dopo l’intervento comincio a non sentire più dolore e mi sento molto meglio.
Gli chiedo se e già andato in bici. Sicuro mi fa metto la Graziella su furgoncino e vado dove posso andare in bici.
Fammi vedere gli dico. Ecco qui le foto.
Dopo 10 sedute ed ha già ripreso a fare qualche giro.

Posted in Senza categoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *